Split di M. Night Shyamalan

Incredibile come in Split -e dopo una carriera che dire altalenante è poco- M. Night Shyamalan riesca ancora a sorprendere lo spettatore e colpirlo duro allo stomaco come già aveva fatto con i titoli appartenenti a quella che si potrebbe definire la “Tril(lher)ogia perfetta”; Il Sesto Senso, Unbrekable e Signs. Tre film, con tre storie completamente diverse e staccate l’una dall’altra ma comunque tutti legati dallo stesso legame che collega i fenomeni soprannaturali ai vari gradi di traumi fisici e psicologici che affliggono i suoi personaggi.

Continua a leggere